Respirazione consapevole per bambini: tecniche semplici per il Benessere

Tecniche di respirazione

Nell’articolo “Pratiche di respirazione e consapevolezza per genitori e bambini” abbiamo visto quanto il respiro sia importante nella nostra vita e come grazie a piccoli accorgimenti possiamo iniziare ad esserne consapevoli e capire qualcosa di più di noi stessi.

Ora proviamo a imparare a modularlo insieme con semplici esercizi di respiro yogico consapevole!

Come la volta scorsa proviamo queste tecniche prima su noi stessi e poi applichiamole insieme ai nostri bambini e bambine, l’esperienza e la pratica personale sono importanti per poter essere un valido e coerente esempio per i nostri piccoli, la nostra famiglia e le persone che ci circondano!

IL RESPIRO ADDOMINALE

Abbiamo già capito l’importanza e i benefici di questo tipo di respirazione. Se riusciremo ad applicarlo costantemente nella nostra vita sicuramente qualcosa cambierà… ovviamente in meglio!

  • Prova a sdraiarti supino, in shavasana o in un’altra posizione comoda.
  • Poggia le mani sull’addome, inspira ed espira solo con le narici, lasciando la bocca socchiusa a riposo e prova a percepire il movimento dinamico e ritmico della pancia: l’ombelico si allontana gonfiando l’addome nella fase di inspirazione e si ritrae internamente nella fase della espirazione.
  • Inspira e espira con attenzione, senza fretta. Datti tempo, ascoltati nel profondo.
  • Procedi così per alcuni minuti, inizialmente forzando il movimento e poi via via facendolo diventare sempre più naturale. 

Puoi rimanerci per cinque minuti o anche mezz’ora o più!

Una volta compresa questa modalità di respirazione prova a proporla alla tua bambina o al tuo bambino, se vuoi con una variante per renderla più divertente 😁

  • Chiedigli di prendere due piccoli peluche o giochi preferiti, uno per te e uno per lui.
  • Controlla che non abbiano un peso eccessivo ma nemmeno troppo leggero, andranno posizionati sui vostri pancini, magari lo puoi aiutare nella scelta in base alla sua età. 😊 
  • Sdraiatevi vicini con un cuscino sotto alla testa in modo da vedervi l’addome e posizionateci sopra l’oggetto scelto.
  • Ed ora guidate il vostro bimbo nell’avventura del respiro addominale immaginando di fare divertire il pupazzo sulla vostra pancia come se fosse al luna park o in qualsiasi altro luogo: su e giù, su e giù dalle montagne russe, di corsa sulla collina e giù a rotoloni, in cima la palazzo con l’ascensore e poi giù al piano terra! 
Liberate la fantasia e costruite delle storie che aiutino i vostri bimbi a comprendere quanto sia benefico e tranquillizzante il respiro addominale.

LA PERCEZIONE DELL’ARIA NEL NASO

Un altro breve gioco che puoi fare con i tuoi bambini per avvicinarli alla consapevolezza e all’ascolto del respiro è quello della percezione dell’aria nel naso.

Spesso durante la giornata le nostre narici non fanno entrare ed uscire la stessa quantità di aria e questo ovviamente influenza il nostro sistema nervoso e l’organismo intero. Prova a farci caso!

  • Fermati, lascia la bocca rilassata e socchiusa, il volto rilassato e respira con le narici.
  • Percepisci l’aria nel tuo naso… entra ed esce solo dalle tue narici. Come la senti? Che sensazione ti da?
  • Ora metti un dito orizzontalmente sotto le tue narici e osserva interiormente. Senti una differenza tra l’aria in uscita dalla narice destra e quella in uscita dalla narice sinistra?
  • Presta molta attenzione.
  • Pulisci un po’ il tuo naso e riprova.
  • Cosa senti? La differenza è palese, minima, impercettibile o esce la stessa quantità di aria?

Fai lo stesso esercizio in diversi momenti della giornata e annotati ogni volta ciò che percepisci.

Proponi questo gioco al tuo bambino aiutandolo a sviluppare consapevolezza e ascolto di se stesso. Lo puoi mettere anche sotto forma di indovinello o inserirlo in una storia!

Questo è un rapido esercizio che ti può essere molto utile per capire qualcosa di più di te stesso e del tuo piccolo. Infatti, generalmente, il respiro più evidente nella narice sinistra è collegato ad uno stato di rilassamento e tranquillità (ad esempio, la sera o quando ci si sta per addormentare la narice sinistra è maggiormente attiva), mentre il respiro prevalente nella narice destra è caratteristico di uno stato di attivazione generale dell’organismo.

Fate delle prove insieme e poi scriveteci come è andata…

Siamo curiosi di sapere cosa è successo e se è piaciuto alle vostre bambine e ai vostri bambini!

Rimaniamo collegati per altri giochi che coinvolgono il respiro da condividere insieme a loro.

Namastè e a presto!

Jessica 

Corsi consigliati:

Articoli correlati

0