Come funziona lo Yoga in gravidanza e perché praticarlo

Yoga gravidanza - Come funziona

Se stai per diventare mamma, lo yoga in Gravidanza è uno dei tuoi più grandi alleati: ti insegna a rilassarti, a prenderti cura del tuo corpo, ti aiuta a creare uno spazio sacro per ascoltarti e ascoltare il tuo bambino, rende il corpo più forte e libero così che questa forza e libertà possano accompagnarti durante il magico percorso della gravidanza.

Ma come funziona? Vediamolo ora insieme.

Praticare Yoga durante la gravidanza ti può essere utile su più livelli. Durante la gravidanza il corpo cambia costantemente, gli ormoni si modificano e questo va a influire sul tuo stato mentale (se ti capita spesso di dimenticarti le cose, è comune 😊).

  • La pratica delle Asana (le posizioni fisiche dello Yoga) prepara il tuo corpo a sostenere serenamente tutti i cambiamenti che stanno avvenendo:
  • Rende la schiena abbastanza forte e allo stesso tempo flessibile;
  • Prepara il corpo al parto, lavorando sul bacino e sull’apertura delle anche;
  • Ti aiuta a prendere consapevolezza del pavimento pelvico, un insieme di muscoli che vanno mantenuti in tono per sostenere il peso del bambino e allo stesso tempo flessibili per permettergli di venire alla luce;
  • Ti insegna ad ascoltare le sensazioni che arrivano dal corpo e a prenderti cura di te e dei tuoi bisogni, così che questa cura e questo ascolto tu li possa poi orientare alla crescita del tuo bambino/a;
  • Ti insegna a respirare profondamente e lentamente, una qualità che ti verrà in aiuto per calmarti e rilassarti sia durante la gravidanza che nel travaglio;
  • Ti aiuta a accogliere con serenità il delicato equilibrio del corpo che continua a mutare.

In questi continui e repentini cambiamenti del corpo anche il cervello inizia a funzionare in maniera diversa: alcune zone si attivano mentre altre, che prima erano predominanti, rimangono dormienti. In particolar modo si attiva la parte del cervello collegata all’istinto: quello stesso istinto che ti guiderà nei momenti prima del parto, nel parto stesso e anche dopo. Praticando Yoga impari ad ascoltare il corpo così da fare in modo che durante il travaglio e il parto tu possa sentire e seguire quello che è meglio per te.

Tutti questi cambiamenti a livello ormonale e fisico influiscono anche sugli stati mentali: per questo la meditazione e il rilassamento ti possono essere d’aiuto donandoti un magnifico momento in profonda comunione con te stessa e il tuo bambino/a. Prendendoti una pausa dall’attività quotidiana insegni alla tua mente a calmarsi e ritrovi un po’ di quiete e pace, due sensazioni che irradiano il corpo di ormoni positivi che fanno star bene te e il tuo bambino. Che sia il respiro profondo e lento, un esercizio di respirazione o un mudra, la meditazione ti insegna a rallentare fino ad arrivare al ritmo naturale, lento e calmo, che il tuo corpo ricerca durante la gravidanza.

Ricordati che ogni cosa che tu provi e senti, la prova e la sente anche il tuo bambino/a! Così, prenderti un po’ di tempo per te stessa, per meditare, praticare e rilassarti è un regalo che fai a entrambi.

Infine, l’intera pratica dello Yoga ti viene in aiuto preparandoti ad accogliere e ad ascoltare ogni cambiamento che stai vivendo. Ti dona quello spazio che ti serve per goderti fino infondo il momento magico della gravidanza. Lo puoi praticare per te, per il tuo corpo, la tua mente, per il tuo bambino, e per affrontare con gioia tutte le piccole sfide che potranno esserci durante il vostro percorso insieme.

Ti auguriamo una gravidanza ricca di calma, lentezza e consapevolezza.

Namasté, Angelo e Sara 😊

Articoli correlati

0